lunedì , dicembre 18 2017
Home / Alimentazione / Ananas: proprietà, benefici, valori nutrizionali, uso e controindicazioni
Ananas: proprietà, benefici, uso e controindicazioni. Scopri le proprietà benefiche e curative dell'ananas, i valori nutrizionali e le calorie, tutti gli utilizzi in cucina e per la salute, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Ananas: proprietà, benefici, valori nutrizionali, uso e controindicazioni

L’ananas è un frutto dissetante e rinfrescante, una fonte preziosa di vitamine e di sali minerali, molto utile per depurare l’organismo, contro la ritenzione idrica e per combattere la cellulite. Scopriamo le proprietà benefiche dell’ananas, tutti gli utilizzi e le eventuali controindicazioni.

Ananas: caratteristiche e cenni storici

In ogni dieta sana ed equilibrata che si rispetti, soprattutto in tutti i Paesi che fanno parte dell’area mediterranea e possono vantare la disponibilità di determinati alimenti, due componenti fondamentali ritenuti per l’organismo umano sono le razioni di frutta e di verdure. In effetti, tralasciando le altre sostanze alimentari di cui il nostro corpo ha bisogno, le verdure e la frutta contengono al loro interno importantissimi elementi per il fabbisogno alimentare in grado di garantire un perfetto stato di salute.

Fra le tantissime varietà di frutta dalle caratteristiche e dai benefici riconosciuti scientificamente, spicca sicuramente l’ananas, un frutto appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae originario dell’America del Sud e in particolare del Brasile e del Paraguy, Stati nei quali storicamente si fa risalire la sua scoperta da parte di Cristoforo Colombo. Ben prima dell’arrivo di Colombo nelle Americhe l’ananas era già ampiamente conosciuto e coltivata dai Maya, dagli Aztechi e dagli Incas dal quale probabilmente deriva il nome italiano dalla vecchia formula “nana”. Al contrario in Spagna è ancora chiamato “pina” a causa della sua forma che ricorda abbastanza una pigna, da cui deriva anche l’appellativo inglese “pine apple”

Dopo la sua scoperta, la sua coltivazione iniziò in Europa nel 1700 per poi spostare la grande produzione nelle isole Hawaii fino a raggiungere la produzione dell’ananas come la conosciamo ai giorni nostri, grazie all’azienda Del Monte che ne avviò la coltivazione e l’inscatolamento agli inizi del 1900.

L’ananas è una pianta sempreverde caratterizzata da foglie di colore grigio e verde a forma di spada molto appuntite. I fiori sono costituiti da tre petali blu e da ciascun fiore matura un singolo frutto che richiede in media un anno e sei mesi per completare la maturazione.

I grossi benefici che derivano dalle proprietà naturali dell’ananas giustificano il fatto che sia il prodotto in scatola più consumato in Europa in assoluto, tenendo conto anche delle tantissime forme con le quali viene venduta nei supermercati e nei negozi affini.

Ananas: composizione chimica e valori nutrizionali

Attraverso studi scientifici sul frutto siamo in grado di conoscere la perfetta composizione chimica e organica dell’ananas e i suoi valori nutrizionali. In particolare l’ananas è composto da minerali quali lo iodio, il manganese, il potassio, il calcio, il ferro, il sodio, lo zinco, il rame e il magnesio, e può vantare una ricca consistenza di vitamine fra cui la vitamina A, quella di tipo B1, B2, B3, B5 e B6 e un’importante quantità di vitamina C, K, J oltre che al beta-carotene.

Per quanto riguarda gli zuccheri contenuti al suo interno possiamo citare il destrosio, il fruttosio e il saccarosio mentre altri componenti organici importanti sono la melatonina, l’acido ossalico, l’acido citrico e malico oltre che la bromelina, alla quale si devono la maggior parte delle caratteristiche benefiche del frutto e dalla quale vengono prodotti anche degli integratori alimentari dai benefici molto simili a quelli dell’ananas.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, ogni 100 grammi di ananas contengono:

  • Calorie 50 kcal
  • Grassi 0,1 gr
  • Colesterelo 0 mg
  • Potassio 109 mg
  • Calcio 13 mg
  • Sodio 1 mg
  • Magnesio 12 mg
  • Ferro 0,3 mg
  • Vitamina B6 0,1 mg
  • Vitamina C 47,8 mg

Ananas: proprietà benefiche e utilizzi

La buona quantità di costituenti naturali e dalle buone caratteristiche, nonché la presenza della bromelina, fanno dell’ananas uno dei frutti più salutari e utili per l’organismo e per la cura del corpo umano.

In particolare tra le sue tante proprietà troviamo l’azione digestiva dovuta proprio alla bromelina presente in forti quantità nel gambo ed è in grado di facilitare la digestione delle proteine più complesse. Effettivamente la proprietà digestiva è forse una delle più famose associate all’ananas, proprio per questo il suo consumo è spesso consigliato dopo i pasti, soprattutto se pesanti.

L’ananas svolge un’azione diuretica grazie alla presenza degli acidi organici contenuti nel gambo in grado di contrastare la ritenzione idrica che rende questo frutto indicato per curare o prevenire la cellulite.

La proprietà antinfiammatoria permette di lenire traumi e edemi e di alleviare i dolori dovuti all’artrite, mentre grazie alla proprietà antitrombotica e antisclerotica è utile per impedire la formazione di placche e coaguli all’interno delle vene e delle arterie ed è consigliato per i casi di edemi venosi. Per quanto riguarda la proprietà antitumorale, in recenti studi è stato riconosciuto l’importante apporto della bromelina nella prevenzione della formazione di cellule cancerogene.

Altre proprietà dell’ananas comprendono quella dimagrante, poiché stimola il metabolismo e rappresenta un buon aiuto per bruciare i grassi, quella ipotensive che rende il suo utilizzo consigliabile per chi soffre di pressione alta grazie all’alto contenuto di potassio e la proprietà depurativa che facilità la depurazione degli organi emuntori quali fegato e reni.

Infine è possibile citare l’attività fibrinolitica che aiuta a migliorare la circolazione del sangue e riduce la vasodilatazione, le proprietà lassative e astringenti dovute al contenuto di fibre adatte a combattere la stitichezza o per combattere la diarrea e le proprietà anticolesterolemiche per chi soffre di colesterolo alto e antinfluenzali grazie al contenuto di vitamina C che aiuta a prevenire fastidiosi raffreddori, mal di gola e influenze.

Per quanto riguarda invece il suo impiego per la cura della pelle e in generale per l’estetica del proprio corpo, grazie alla sua proprietà antiossidante, l’ananas aiuta a prevenire le rughe e l’invecchiamento precoce. Un ottimo metodo per utilizzare questo frutto per rallentare l’invecchiamento è l’applicazione di una maschera viso che è possibile comporre con una fetta di ananas, yogurt bianco e olio di mandorle dolci. Basterà semplicemente frullare l’ananas e aggiungerci poco alla volta dello yogurt bianco con l’olio di mandorle.

Consigli sull’acquisto dell’anans e la sua conervazione

Per godere delle numerose proprietà e degli innumerevoli benefici fino ad ora descritti riguardanti i componenti naturali dell’ananas, è fondamentale saper scegliere il frutto giusto e nella giusta forma.

Nonostante siano presenti diverse tipologie di prodotti alimentari a base di ananas, dalle barrette snack ai succhi, dalle fette con sciroppo in scatola alle marmellate, il modo più naturale e sicuro per assumere questo frutto è sicuramente prenderlo così come si presenta senza ulteriori trasformazioni industriali.

Una volta appurato che il miglior modo per assumere l’ananas è acquistarla al naturale dal fruttivendolo o nel reparto ortofrutticolo, è utile saper riconoscere i piccoli segni fisici in grado di farci riconoscere quanto è buono l’ananas che stiamo acquistando. In generale se la buccia dell’ananas è troppo verde, il frutto sarà acerbo, al contrario se è troppo marrone, sarà troppo maturo. Il compromesso perfetto è quando la buccia è di colore arancione e il frutto sprigiona il suo inconfondibile profumo.

Ananas: controindicazioni ed effetti collaterali

Nonostante le sue grandi proprietà benefiche e naturali per la cura dell’organismo e della parte estetica del proprio corpo, l’ananas potrebbe provocare alcuni effetti collaterali in chi la assume.

In particolare si sconsiglia l’uso dell’ananas assieme a farmaci coagulanti, perché al suo interno vi sono sostanze già di natura coagulanti, e per chi soffre di gastrite, di ulcere, di allergie respiratorie e di emofilia.

E’ inoltre sconsigliato il suo utilizzo durante la gravidanza e l’allattamento, perché il neonato potrebbe sviluppare un’allergia alimentare. Inoltre bisogna fare attenzione all’uso smisurato di integratori a base di bromelina, i quali potrebbe causare orticaria, dissenteria e rigetto.

Rispondi