Home / Tisane / Tisane drenanti fai da te: infusi efficaci per eliminare i liquidi in eccesso
Tisane drenanti fai da te: infusi efficaci per eliminare i liquidi in eccesso. Per drenare l'organismo ed eliminare la ritenzione idrica bere una tisana drenante fatta in casa potrebbe essere molto utile. Scopri i benefici delle tisana drenanti, le controindicazioni e gli effetti collaterali, quali erbe utilizzare e le più efficaci ricette per preparare in casa una tisana drenante fai da te.
Per drenare l'organismo ed eliminare la ritenzione idrica bere una tisana drenante fatta in casa potrebbe essere molto utile. Scopri i benefici delle tisana drenanti, le controindicazioni e gli effetti collaterali, quali erbe utilizzare e le più efficaci ricette per preparare in casa una tisana drenante fai da te.

Tisane drenanti fai da te: infusi efficaci per eliminare i liquidi in eccesso

Per sgonfiarsi e drenare via i liquidi in eccesso le tisane drenanti fai da te sono delle alleate preziose. Le avete mai provate? In questo articolo troverete tutto quello che c’è da sapere sulle tisane drenanti, a cosa servono, i benefici per la salute, le erbe da utilizzare e le più efficaci ricette per preparare una buona tisana drenante fatta in casa.

A tutti può capitarsi di sentirsi e vedersi gonfi e non riuscire ad espellere i liquidi ma farlo è davvero importante.

Basta qualche particolare erba, una tazza di acqua calda et voilà!La tisana drenante è pronta.

Tisane drenanti fai da te: come farla, quando berle ed i benefici per la salute

Tisana drenante fatta in casa: benefici per la salute, controindicazioni e piante officinali da utilizzare.

Perché il nostro corpo improvvisamente accumula liquidi?

I motivi possono essere diversi:

  • Poca attività fisica.
  • Chili di troppo.
  • Sale ed alcolici in eccesso.
  • Ciclo mestruale.
  • Organi emuntori affaticati (reni e fegato).

Si necessita quindi di una depurazione, ma soprattutto di drenare questo ristagno di liquidi che può causare oltre che gonfiore adddominale, cellulite, gambe affaticate, piedi gonfi e via dicendo.

Ovviamente bere qualche tisana drenante non fa miracoli, ecco tre consigli pret-a-porter:

  1. Fare dei bagni in acqua salata e possibilmente nuotare.
  2. Andare in bici e documentarsi sulle posizione yoga drenanti.
  3. Mangiare molta verdura.

Quindi dieta sana ed esercizio sono fondamentali.

Come fare una tisana drenante e quando assumerla

In primis occorre sempre tenere a portata di mano le erbe drenanti che indichiamo qui sotto, quindi bisogna fare scorta dall’erborista, o nel supermercato o anche nel giardino di casa (ricordate sempre però non raccogliere erbe che non conoscete, evitate i luoghi inquinati e lavatele bene prima dell’uso).

Il resto è molto semplice, si può far bollire l’erba oppure metterla in infusione nell’acqua calda.

E’ importante berne almeno una tisana drenante tutti i giorni, la mattina a digiuno, ed è ottimale berne una il pomeriggio.

Tisane drenanti fai da te: a cosa servono? 

Lo scopo non è generalmente solo sgonfiarsi ed eliminare i liquidi in eccesso, ma anche perdere peso.

Ecco cosa succede quando beviamo con costanza le tisane drenanti:

  • Aiutano ad eliminare i ristagni di liquidi.
  • Sgonfiano.
  • Aiutano la diuresi e dunque la depurazione dell’organismo.
  • Migliorano il problema della cellulite.
  • La pelle ha un aspetto migliore.

Tisana drenante fatta in casa: quali erbe utilizzare?

Passiamo in rassegna le erbe adatte per questo preparare le tisane drenanti:

  • Equiseto (parti aeree), ha proprietà diuretiche e cicatrizzanti, utile anche contro le smagliature.
  • Frassino (foglie e semi), riduce il gonfiore causato dalla ritenzione idrica.
  • Pilosella (parti aeree), depurativa, antiossidante, antinfiammatoria e diuretica, utile in caso di flogosi della vescica.
  • Gramigna (rizoma), molto diuretica e depurativa, antisettica.
  • Verga d’oro (sommità fiorite), drenate e depurativa.
  • Orthosiphon (foglie), ottimo contro la ritenzione idrica, diuretico.
  • Ononide spinosa (radice), depurativa e diuretica.
  • Ortica (foglie), diuretica e depurativa del sangue.
  • Betulla (estratti secchi), aiuta a drenare il ristagno dei liquidi.
  • Centella (estratto secco), migliora la circolazione e la salute delle pareti venose.
  • Tarassaco (radice), stimola la diuresi ed è depurante, quindi oltre ad eliminare i liquidi in eccesso, favorisce anche l’eliminazione delle scorie.
  • Ciliegio (peduncoli), drenanti, molto efficaci per contrastare la cellulite.
  • Finocchio (semi), altamente drenanti.

Tisane drenanti fai da te: le ricette

Ed ora passiamo alle ricette delle tisane drenanti fatte in casa.

1. Tisana drenante tarassaco e betulla

Occorrente: tre cucchiai di fiori di tarassaco essiccate e due di foglie di betulla essiccate, un pentolino d’acqua bollente.

Portare a bollore l’acqua, spegnere, porvi le erbe e lasciare in infusione 15 minuti. Filtrare e bere.

2. Tisana drenante di finocchio, betulla ed equiseto

Occorrente: un bricco d’acqua, 30 grammi di equiseto, 30 grammi di foglie di betulla e 20 grammi di semi di finocchio.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 5 minuti, filtrate e bere. Se ne può bere fino ad un litro al giorno.

3. Tisana gambo d’ananas

Occorrente: un litro di acqua, un gambo di ananas.

Porre il gambo dell’ananas a bollire nell’acqua per 20 minuti. Filtrare e bere durante la giornata.

4. Peduncoli di ciliegia

Occorrente: una tazza di acqua, mezzo bicchiere di peduncoli di ciliegia.

Far bollire i peduncoli di ciliegia per 10 minuti. Filtrare e bere due tazzine al giorno.

5. Tisana drenante fai da te fucus e ciliegio

Occorrente: un bricco di acqua 30 grammi di fucus, 20 grammi di foglie di ciliegio.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 8 minuti, filtrate e bere.

6. Tisana drenante fatta in casa ortica e tarassaco

Occorrente: un bricco di acqua, 20 grammi di tarassaco e 15 grammi di ortica.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 10 minuti, filtrate e bere.

7. Equiseto e gramigna

Occorrente: un bricco di acqua, 3 cucchiaini di equiseto e 1 cucchiaino di gramigna.

Portare a bollore l’acqua, spegnere, porvi le erbe e lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrare e bere.

8. Tisana drenante alla betulla e finocchio

Occorrente: 1 cucchiaino di semi di finocchio ed 1 cucchiaino di betulla, un bricco di acqua.

Portare a bollore l’acqua, spegnere, porvi le erbe e lasciare in infusione per 8 minuti. Filtrare e bere.

9. Pilosella, equiseto e tarassaco

Occorrente: 20 g Equiseto, 20 gr Tarassaco foglie, 10 gr pilosella e un bricco di acqua.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 5 minuti, filtrate e bere lontano dai pasti.

10. Orthosiphon, ortica e centella

Occorrente: 50 gr di orthosiphon, 20 g Centella Asiatica, 15 gr Ortica foglie, acqua bollente.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 5 minuti.

11. Tisana drenante di fucus e tè verde

Occorrente: un bricco di acqua, un cucchiaino di fucus ed un cucchiaino di tè verde.

Far scaldare l’acqua senza portarla a bollore. Versare le erbe nell’acqua calda e far riposare 5 minuti. Filtrare e bere.

12. Ortica, gramigna e betulla

Occorrente: acqua, 50 gr di ortica essiccata, 50 gr di betulla essiccata, 50 gr di gramigna essiccata.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 10 minuti, filtrate e bere lontano dai pasti.

13. Verga d’oro ed ononide

Occorrente: acqua, 20 gr di verga d’oro (sommità), 20 gr di radice di ononide.

Miscelare le erbe e versarne un cucchiaino nell’acqua bollente. Lasciate in infusione almeno 10 minuti, filtrate e bere.

Tisane drenanti fai da te: controindicazioni ed effetti collaterali

ATTENZIONE: le informazioni riportate in questo articolo non sostituiscono il parere del medico. Prima di assumere tisane drenanti chiedere il parere del medico, specie nel caso di:

  • Allergie ai pollini.
  • Gravidanza e allattamento.
  • Malattie croniche.
  • Assunzione di particolari farmaci e diuretici.
  • Pressione alta o bassa.

Le erbe possono comportare controindicazioni, fare attenzione e non abusarne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *