lunedì , dicembre 18 2017
Home / Rimedi Naturali / La caduta dei capelli: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli
La Caduta dei Capelli - cause, rimedi naturali e cosa mangiare per rinforzare i capelli in modo naturale
La Caduta dei Capelli - cause e rimedi naturali. Scopri cosa fare per contrastare la caduta dei capelli, cosa mangiare per rinforzare i capelli, i cibi da evitare e i migliori rimedi naturali contro la perdita di capelli.

La caduta dei capelli: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli

Si si, sono proprio nostri quei capelli che si sono accumulati per terra mentre passavamo l’asciugacapelli. Li abbiamo riconosciuti, è inutile cercare scuse. Nessun estraneo è venuto a lavarsi i capelli giusto a casa nostra, dobbiamo farcene una ragione. Possiamo passare l’aspirapolvere subito, così via le prove potremo dimenticarci del problema, ma mi sa tanto che non è una gran soluzione. Siamo destinati a diventare pelati? Nella maggior parte dei casi no, fortunatamente. C’è qualcosa che possiamo fare contro la caduta dei capelli? Certo che si, quanto possiamo fare dipende da noi.

Dopotutto ci piace pensare di saperci prendere cura di noi, della nostra pelle, del nostro aspetto fisico. Non siamo forse un po’ vanitosi? E così i capelli sono importantissimi, sono un segnale indiscutibile della nostra età: li coloriamo per nascondere il passare del tempo e facciamo in modo che si presentino sempre al meglio. Ma davvero tutte queste pratiche fanno bene ai nostri capelli? Colorarli e decolorarli, stirarli e arricciarli? O forse non possiamo lamentarci se col passare degli anni cominciamo a trovarne sempre di più per terra e nella spazzola?

Dobbiamo trovare un compromesso, come in un tutte le cose.

Perdere qualche capello – che in gergo “capellesco” significa un centinaio al giorno – è normale, rientra nel processo di rinnovamento dell’organismo. A partire dai 50 anni di età la caduta dei capelli aumenta in entrambi i sessi. Oltre questi dati c’è un problema, e prima ci attiviamo per risolverlo e meglio è.

La caduta dei capelli: le cause

Sono davvero tante le cause che peggiorano la normale perdita di capelli.

Abbiamo parlato dell’età, e aggiungiamo la componente genetica, laddove i figli di genitori che presentano problemi di calvizie la svilupperanno nel 50% dei casi. La cosa positiva è che avrete tempo per abituarvi all’idea, e magari tempo per anticipare il problema.

E poi c’è un fattore ormonale sicuramente rilevante: pare infatti che la perdita di capelli sia legata all’iperattività o eccessiva quantità all’interno del follicolo del capello di ormone diidrotestosterone, che addirittura porta alla morta dei follicoli stessi. Non solo, tra gli ormoni anche il progesterone riveste un ruolo di rilievo, infatti l’assunzione di progesterone naturale nelle donne in menopausa consente di rallentare la caduta dei capelli.

E poi ancora, lo stress, che se ci pensate bene è la causa di tanti malanni e malattie, alcune patologie autoimmuni come la psoriasi e la dermatite seborroica, così come le disfunzioni tiroidee.

La carenza di ferro – essenziale per la crescita dei capelli – e una dieta squilibrata – con quantità di frutta e verdura scarsa a favore di alimenti grassi e lavorati –o troppo restrittiva, possono contribuire in maniera rilevante.

Infine, ricordiamo l’assunzione di alcuni medicinali molto aggressivi, quali a titolo di esempio: i chemioterapici, gli antibiotici, gli antidepressivi.

In generale potremmo dire che un po’ come la pelle i capelli sono lo specchio della nostra salute: se non stiamo bene noi, non stanno bene loro.

Caduta dei capelli: i sintomi

A seconda della localizzazione e della quantità di capelli persi si passa dalla stempiatura tipica degli uomini, al semplice diradamento alla caduta di intere ciocche.

Se è pur vero che peggiora con l’età è parimenti indiscutibile che quando colpisce i giovani diventa una questione di stato, perché coinvolge la sfera psicologica: ci rende insicuri, ci spinge a frequentare meno gli amici perché ci vergogniamo del nostro aspetto.

Prima di chiuderci in casa a piangere o di rivolgerci al medico per un trapianto – che oltre che costoso spesso non è affatto risolutivo – prendiamoci cura davvero dei nostri capelli.

Rimedi naturali contro la caduta dei capelli

Massaggiate con cura il cuoio capelluto quando vi lavate la testa, oltre a essere piacevole migliorerete la circolazione sanguigna e favorirete l’assorbimento da parte dei follicoli delle sostanze nutritive trasportate dal sangue. Un bel massaggio effettuato subito prima dello shampo con gocce di olio essenziale al rosmarino vi darà un generale giovamento e favorirà la crescita dei capelli.

Se il problema è lo stress qualche volta usate un olio essenziale di lavanda al posto di quello al rosmarino, l’effetto rilassante sarà immediato. Se poi volete fare un trattamento completo potete chiedere al vostro partner di massaggiarvi la testa, mentre state comodamente seduti in poltrona con la luce bassa e magari una musica soft in sottofondo. Ma non abituatevi troppo, capiterà più spesso che dobbiate farlo da soli.

Se avete un po’ di tempo in più preparate un decotto con radice di Bardana, rosmarino e timo: poneteli in parti uguali in acqua (circa 4 cucchiai di composto per litro) e fate bollire per 15 minuti. Filtrate dopo 10 minuti e usate questo decotto freddo per risciacquare e frizionare i capelli due volte alla settimana.

La caduta dei capelli: alimentazione (cosa mangiare e cibi da evitare)

Un’alimentazione equilibrata è molto importante per la salute dei capelli, frutta e verdura a volontà, cereali integrali, proteine di origine vegetale o derivate dal pesce e dal pollame.

Come abbiamo visto il ferro è importante, lo si trova nella verdura a foglia verde, nei frutti di bosco, nei fichi.

Chi soffre davvero di carenza di ferro dovrà però ricorrere all’integrazione tramite compresse, cosa che capita soprattutto alle donne, che perdono sangue periodicamente durante il ciclo mestruale.

La vitamina E è molto importante, e la si può trovare nelle noci, nei semi in generale e nell’olio di oliva. Gli omega 3 poi sono necessari: sapete già che si trovano nel pesce e che bisognerebbe consumarlo almeno 3 volte alla settimana.

Come sempre, se non si riesce a stare dietro a tutti i cibi necessari, e questo diventa una nuova fonte di stress esistono sul mercato complessi multivitaminici e compresse a base di omega 3 che fanno il caso nostro.

Meglio evitare invece alimenti ricchi di zuccheri, quelli di produzione industriale, i grassi saturi e idrogenati, gli alcolici: rallentano la circolazione e sottraggono all’organismo sostanze nutritive importanti.

Inoltre, riducete il consumo di carne, soprattutto carne rossa. E’ stato provato che la carne aumenta la produzione di sebo, che a sua volta è causa della perdita di capelli. Quindi meno bistecche e più verdura.

Consigli utili per la cura dei capelli

Innanzitutto, contro la caduta dei capelli, occorre limitare i trattamenti invasivi, con acidi e additivi aggressivi. Ripiegate su tinte di origine naturale, che non solo non provocheranno danni ma potranno contenere anche elementi nutrienti.

Curate i vostri capelli in modo il più naturale possibile. Per i capelli secchi aggiungete allo shampoo delicato utilizzato alcune gocce di olio di lavanda, rosmarino e camomilla, o anche una combinazione dei tre. Lasciate in posa lo shampoo prima di risciacquare, così che il balsamo agisca in profondità. Per i capelli con tendenza grassa si consigliano invece bergamotto, cipresso, salvia, ginepro, pino, rosmarino, malaleuca e limone.

Per la tendenza alla forfora si possono usare legno di cedro, rosmarino, pino e malaleuca.

Leggete bene le etichette degli shampoo che utilizzate: meno additivi chimici e schiumogeni contengono meglio sono. Che la schiuma sia quella che pulisce meglio è un’impressione. Provare per credere.

L’esercizio fisico aiuta la circolazione sistemica, quindi fate esercizio regolare, va benissimo anche una passeggiata – stiamo parlando di almeno mezz’ora di camminata, il tragitto per andare in garage a prendere l’auto non vale.

Trattate i capelli con delicatezza, usate spazzole morbide o pettini a denti larghi e non strappate quando incontrate dei nodi. Più li spezzate e più diventeranno deboli. Approfittate d’estate del clima mite e lasciateli asciugare naturalmente senza l’asciugacapelli – e magari niente piastra per qualche giorno. L’effetto naturale sarà bello e rinvigorente.

E poi vale sempre il consiglio di riposare bene, adeguare il ritmo di vita alle proprie esigenze e non strafare. Non è bello prendersi qualche ora per farsi un bel trattamento ai capelli? Magari con in posa una maschera sul viso dopo la doccia. Fa bene anche all’umore, trattarsi bene per stare bene, dentro e fuori.

Rispondi