giovedì , agosto 17 2017
Home / Rimedi Naturali / Brufoli: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli
Brufoli - Cause e Rimedi Naturali
Brufoli: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli. Scopri come eliminare i brufoli in modo naturale, cosa fare e cosa non fare, cosa mangiare, i cibi da evitare e i migliori rimedi naturali contro i brufoli.

Brufoli: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli

Non credo che sia possibile dimenticare quel periodo così bello nella vita di ciascuno, la cosiddetta adolescenza, con i primi amori, le prime uscite di sera soli con gli amici, le gite in motorino. Eh già, ma purtroppo non ci dobbiamo nemmeno dimenticare che quello stesso periodo è coinciso, per la maggior parte di noi, con la proliferazione di brutti e antipatici brufoli, che proprio non volevano andare via e che ci hanno accompagnato per anni.

La cattiva notizia è che recentemente i brufoli si stanno diffondendo anche tra gli adulti, non sono più esclusiva degli adolescenti. Quindi se anche voi ne soffrite provate a trovare qui qualche utile consiglio.

BRUFOLI: LE CAUSE

I classici brufoli bianchi e rossi dell’acne sono causati dall’ostruzione e infezione di un poro. Visto che coincide con il periodo dell’adolescenza è facile intuire che una delle cause più importanti nello sviluppo dell’acne è da ricercarsi nell’attività ormonale: il variare dell’attività degli ormoni aumenta la produzione di sebo, che anziché transitare per le ghiandole sebacee si addensa e ristagna nei dotti ghiandolari. Ed ecco che sulla pelle si forma il classico rigonfiamento.

La gravidanza così come l’assunzione di contraccettivi orali provocano parimenti squilibri ormonali ai quali si può imputare lo sviluppo di acne.

Le intolleranze alimentari ricoprono un ruolo rilevante, così come la proliferazione di funghi quali la Candida e un’alimentazione squilibrata e carente, in assenza in particolare di zinco e acidi grassi essenziali.

Consideriamo infine lo stress, che non può mancare, e le difficoltà digestive, che in quanto tali sono legate a una scarsa eliminazione delle tossine: l’organismo tenta di espellere le tossine per altra via, ossia attraverso la cute.

BRUFOLI: I SINTOMI

Si tratta di rigonfiamenti, macchie rosse o foruncoli, a volte infiammati e dolorosi. Ma ricordiamo anche i comedoni – punti neri – i brufoli veri e propri e in generale una cute untuosa.

Generalmente compaiono sul viso, sul torace o sul dorso.

BRUFOLI: I RIMEDI NATURALI

Innanzitutto diciamo che i rimedi medici consigliati oggi non sono affatto risolutivi, e molto spesso possono alla lunga peggiorare il problema.

Si tratta infatti o di lozioni aggressive da applicare sulla pelle, che possono provocare secchezza, arrossamento, esfoliazione e sensibilità della pelle alla luce solare; oppure di antibiotici, che compromettono l’equilibrio intestinale della flora e possono provocare infezioni da funghi (quali ad esempio la candida) e diarrea.

Invece il miglior rimedio sta nel modificare la dieta, come vedremo nel dettaglio dopo, ridurre lo stress, cercare di ripristinare l’equilibrio ormonale e identificare le intolleranze alimentari.

Un primo step importante è la disintossicazione: l’organismo è pieno di tossine, cerca di espellerle attraverso la cute ma non ci riesce. Aiutiamolo noi, attraverso un digiuno di tre giorni in cui assumeremo solo succhi di frutta e verdura, con particolare attenzione a carota, mela,barbabietola e a bevande a base di alimenti verdi quali la spirulina (alga), l’ebra di grano, l’erba di orzo e la clorella (alga). All’inizio lo sfogo potrebbe anche peggiorare, proprio perché l’espulsione delle tossine si sta accentuando, ma successivamente i sintomi miglioreranno.

Il cetriolo è un ottimo detergente disinfettante: schiacciato e mescolata con succo di limone può essere applicato localmente come maschera per il viso.

La lavanda non è solo rilassante, ma è lenitiva per la cute e combatte le infezioni batteriche. Aggiungetene qualche goccia al bagno o applicatela sulla cute tramite una compressa di cotone (o una garza).

Dopo la fase di disintossicazione, quando l’aspetto della pelle sarà migliorato, applicate una lozione preparata con acqua, lavanda e fiori d’arancio per ridurre la formazione di cicatrici.

Per i fiori di Bach si consiglia Crab Apple, il pulitore per eccellenza, da assumere per 4 volte al giorno sotto la lingua, 4 gocce.

Le terapie a base di sole sono ottime, soprattutto se associate a un periodo di vacanza, che inevitabilmente ridurrà i livelli di stress. Tutte i problemi di pelle o quasi traggono beneficio da una giusta esposizione al sole, purché utilizzando le corrette protezioni. Il sole infatti stimola la produzione di vitamina D, la cui carenza contribuisce a sviluppare l’acne.

BRUFOLI: L’ALIMENTAZIONE CONSIGLIATA

Come abbiamo detto è ciò che può incidere di più sulla formazione dell’acne: una dieta equilibrata e correttamente ricca di nutrienti.

Cosa ci serve per eliminare i brufoli:

  • Betacarotene, che contribuisce al mantenimento e alla riparazione dei tessuti; lo si trova nelle verdure di colore verde scuro e arancio;
  • Acidi grassi Omega 3, presenti nel pesce principalmente;
  • Vitamina E: importante per la salute della pelle si trova nella frutta secca e nei semi;
  • Carne sì ma con moderazione, purchépossiate accertatevi della fonte, ossia allevamenti che non utilizzano ormoni ed antibiotici.

Invece bisogna eliminare tutti i cibi spazzatura, confezionati, pieni di zuccheri, grassi, additivi e conservanti, gli alcolici, le bevande gassate, i cibi fritti.

Gli zuccheri tra l’altro hanno un ruolo rilevante nella produzione di sebo, quindi è indispensabili moderarli nel consumo.

Negli adulti l’acne si collega spesso a problemi di intolleranza alimentare, molto diffusa oggi. Riconoscerla è molto complicato, è possibile eliminare categorie di cibi per un periodo e vedere se ci sono o meno miglioramenti, ma questa tecnica richiede molto tempo e spesso non è soddisfacente nel risultato. Altrimenti è possibile rivolgersi a un terapeuta che pratica la medicina naturale che può effettuare test per le intolleranze alimentari.

In generale gli alimenti che più provocano reazioni sono i latticini, il grano, gli zuccheri, il cioccolato.

L’alimentazione è prevenzione e rimedio insieme per moltissimi problemi che ci assillano, per i quali cerchiamo generalmente fuga nei medicinali senza capire che un cambiamento nelle abitudini può rendersi necessario.

Non è affatto facile, questo è certo, tuttavia portarci verso un regime nutrizionale migliore, più concentrato su ciò che serve al nostro fisico per stare bene che non sul gusto di ciò mangiamo ci porterà giovamento. E se saremo così bravi da insegnarlo anche ai nostri figli potremo dire di aver agito davvero bene.

CONSIGLI UTILI CONTRO I BRUFOLI

Bere molto aiuta a eliminare prima e meglio le tossine che circolano nell’organismo, quindi assicuratevi di tenere sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua, e di berne almeno 1 litro e mezzo al giorno.

Aggiungete dell’aloe alla vostra acqua, e beneficiate delle sue proprietà cicatrizzanti per la pelle e stimolanti del transito intestinale. Migliorerete la vostra capacità di espellere le tossine, e la pelle in generale ne trarrà grande beneficio.

Visto che si parla di tossine utilizzate con regolarità sauna e/o bagno turco: la sudorazione accentuata serve proprio a eliminare le tossine presenti nell’organismo. Se già che ci siete volete eseguire dopo (sauna) o durante (bagno turco) uno scrub delicato su tutto il corpo, eliminando così le cellule superficiali morte, vedrete subito la differenza: una pelle più luminosa, compatta e morbida.

Non impazzite dietro a creme e balsami, purtroppo spesso ciò che mettiamo sulla pelle viene assorbito in percentuali molto piccole senza dare gli ottimi risultati che speriamo.

La pelle va curata e idratata anche dall’esterno certamente, scegliete prodotti naturali, che non contengano parabeni, nichel, sles (un tensioattivo detergente).

Ma sappiate che se non modificherete nemmeno un po’ il vostro stile di vita non avrete risultati. La crema miracolosa è terminata in tutti i negozi.

Rispondi