lunedì , dicembre 18 2017
Home / Rimedi Naturali / Occhiaie: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli
Come eliminare le occhiaie - cause e rimedi naturali
Occhiaie: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli. Scopri come eliminare le occhiaie in modo naturale, cosa fare e cosa non fare, cosa mangiare e i migliori rimedi naturali contro le occhiaie.

Occhiaie: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli

Occhiaie: chi di noi non ha mai sperimentato quei segnacci scuri che compaiono attorno agli occhi, appesantendo lo sguardo, e dandoci un’aria stanca e stressata?

Le donne generalmente riescono a nascondere le occhiaie – o almeno ci provano – dietro a strati e strati di correttore e creme sbiancanti, gli uomini pe fortuna no, e quindi se le tengono. Ma cosa si nasconde dietro questo semplice inestetismo? Il viso è lo specchio della nostra salute, non facciamo finta di nulla, prendiamo in mano il problema alla radice.

OCCHIAIE: LE CAUSE

Si tratta di un edema che si produce nella zona della palpebra inferiore, generalmente accompagnato dall’evidenziarsi della cosiddetta valle delle lacrime, che risulta più scavata, con la pelle assottigliata e rovinata. Il risultato è un’aria stanca e invecchiata.

La prima causa delle occhiaie, quella forse più conosciuta, è la mancanza di sonno – sia in senso quantitativo che in senso qualitativo – e un generale senso di stanchezza, che immediatamente si rispecchia sul viso. A volte è puramente passeggero, legato magari a una serata con gli amici prolungatasi oltre il dovuto e terminata con pochissime ore di sonno prima del lavoro. In questo caso le occhiaie spariranno velocemente, soprattutto utilizzando uno dei rimedi che proponiamo.

Una seconda causa va ricercata nell’età: con il passare degli anni la pelle di questa zona molto delicata si assottiglia, mettendo maggiormente in evidenza venuzze e capillari sottostanti.

Questo si collega alla fragilità capillare, che tuttavia può non essere solo un problema delle persone in età avanzata, ne soffrono anche molti giovani.

Inoltre, una scarsa idratazione o un’idratazione adeguata ma accompagnata da ritenzione idrica può provocare accumulo di liquidi e quindi la produzione di edema nella zona perioculare.

La mancanza di ferro e di nutrienti essenziali sono infine un’altra causa di questo brutto inestetismo.

OCCHIAIE: I SINTOMI

Come abbiamo visto la zona inferiore della palpebra si scurisce, conferendo quel classico effetto di occhio “da panda” – la differenza è che ai panda dona molto. La linea del condotto lacrimale inferiore si scava e generalmente si ispessisce. Talvolta le occhiaie sono accompagnate da un generale gonfiore, ossia dalle cosiddette “borse sotto gli occhi”.

OCCHIAIE: I RIMEDI NATURALI

Non mi venite a raccontare che non avete mai provato a mettervi sugli occhi due fettine di cetriolo o di patata, pur non sapendo il motivo. Avete fatto assolutamente bene e il motivo è presto detto: il cetriolo è ricco di acqua, vitamina C, aminoacidi e Sali minerali, ha proprietà astringenti e lenitive; mettete due fette di circa mezzo centimetro l’una, appena prese dal frigo – il freddo migliora la circolazione – e mettetele in posa sopra agli occhi chiusi per circa 15 minuti. Altrimenti, come dicevamo, per eliminare le occhiaie si può usare una patata: tagliate due fettine anche qui belle fresche e mettetele in posa sugli occhi per una quindicina di minuti. L’amido contenuto nella patata viene assorbito dalla pelle e ha un potente effetto schiarente soprattutto sulle occhiaie più scure.

E’ importante che le fettine rimangano sempre ben fredde durante il trattamento, quindi l’ottimo sarebbe tenerne in frigo altre già pronte da sostituire non appena quelle in posa si scaldano.

Altri impacchi che funzionano bene sono a base di malva e fiordaliso – dall’effetto calmante – camomilla o acqua di rose, astringente. In questo caso occorre imbibire un batuffolo di cotone nell’infuso ben freddo e porlo sulla zona. L’effetto immediato sarà di vasocostrizione e decongestione.

La fitoterapia consiglia il ribes nigrum dal potere antiossidante 1 DH 50 gocce al giorno.

Generalmente questi rimedi sono veloci ma momentanei, per agire davvero sul problema bisogna rivedere qualche abitudine, alimentazione e riposo in primis.

Un sonno ristoratore di almeno 7-8 ore è importante per consentire all’organismo di ricaricarsi. L’insonnia è una brutta bestia, che ci assale all’improvviso e resta con noi per molto tempo.Esistono infusi e tisane – a base di camomilla – che aiutano a rilassarsi prima di andare a letto. E’ importante non appesantirsi eccessivamente a cena e rinunciare ad elementi ricchi di zuccheri alla caffeina e agli alcolici. Se si ha voglia, si può fare un bel bagno caldo con qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, l’effetto rilassante sarà fantastico.

OCCHIAIE: L’ALIMENTAZIONE CONSIGLIATA

Per eliminare le occhiaie è molto utile la vitamina C perché rafforza i capillari, quindi via libera ad agrumi, carote, lattuga, kiwi e tutto ciò che la contiene in elevata quantità.

Le verdure a foglia verde scuro – con eccezione degli spinaci – sono ricche di ferro, consumatene in abbondanza, soprattutto laddove il vostro problema è l’anemia. L’abbinamento con i cibi ricchi di vitamina C è tra l’altro un valido supporto per l’assorbimento del ferro stesso.

Limitate il più possibile il caffè e tutti gli alimenti ricchi di sale.

E’ fondamentale mantenere l’organismo ben idratato, quindi bevete acqua a volontà, due litri al giorno sarebbero perfetti. Se l’acqua non vi è sempre gradita bevete degli infusi o delle tisane, magari calmanti, per aiutarvi a superare stress e frenesia.

CONSIGLI UTILI CONTRO LE OCCHIAIE

Limitare o eliminare il fumo, che è un nemico conosciuto per la pelle: provoca le rughe, dona quell’aspetto giallognolo poco sano, provoca occhiaie e borse.

L’idratazione oltre che interna deve essere anche esterna: curate la zona del viso e in particolare quella degli occhi con delle creme apposite, che migliorano l’elasticità e l’idratazione. Come sempre scegliete bene i vostri cosmetici, affinché siano ricchi di sostanze nutrienti di origine naturale limitando al minimo gli additivi.

Oltre alla nutrizione anche la protezione è molto importante: ricordatevi sempre di usare una crema ad elevata schermatura solare durante l’esposizione. Le zone più delicate tendono a invecchiare prima a causa del sole.

Assolutamente non utilizzate prodotti aggressivi pensando che un’esfoliazione ripetitiva aiuti il rinnovamento cellulare, non fareste altro che continuare ad assottigliare e ad arrossare una zona già delicata.

Abbiate il coraggio di lavarvi il viso con l’acqua fredda, specialmente il mattino, per un effetto astringente e rivitalizzante. D’altronde non dovete nemmeno porre a diretto contatto con la pelle del ghiaccio, perché la brucereste. Usate un panno per ricoprirlo e fate degli impacchi di breve durata.

Di fatto, se vi siete beccati qualche pesante malanno di stagione – un’influenza o un raffreddore – e ve ne state a letto da giorni, le occhiaie sono il minimo che vi possa capitare. In tal caso, state pur certi che vi passeranno non appena sarete guariti. Se non altro non dovrete preoccuparvi anche di questo.

Rispondi