lunedì , dicembre 18 2017
Home / Rimedi Naturali / Gambe gonfie e pesanti: cause e rimedi naturali
Gambe gonfie e pesanti: cause e rimedi naturali
Gambe gonfie e pesanti: cause e rimedi naturali. Scopri quali sono le cause delle gambe stanche, pesanti e gonfie, cosa fare per alleviare la sensazione di gonfiore alle gambe, l'alimentazione consigliata e i migliori rimedi naturali contro le gambe gonfie.

Gambe gonfie e pesanti: cause e rimedi naturali

Sembra quasi un dispetto, che proprio con l’arrivo dell’estate, quando vorremmo poter mostrare gambe belle, toniche e snelle ci troviamo gambe gonfie e caviglie più simili a dei tronchi che a dei fuscelli.

Non dobbiamo sottovalutare il gonfiore alle gambe, specialmente se si presenta con costanza e se si associa ad altri sintomi particolarmente fastidiosi, quali prurito, dolore superficiale al tatto, pesantezza e formicolio.

Infatti, il gonfiore alle gambe può essere indice di diversi tipologie di malattie, alcune anche molto gravi, la maggior parte delle quali collegate a un cattivo funzionamento del sistema cardiocircolatorio.

Per poter agire nel modo giusto dobbiamo capire quale sia effettivamente la causa che lo sta provocando.

Gambe gonfie e pesanti: le cause

Laddove i sintomi si presentino in forma lieve e siano legati soprattutto a particolari situazioni – caldo eccessivo, un’intera giornata passata seduti o in piedi, magari con scarpe non molto comode – la causa principale è un rallentamento nella circolazione sanguigna.

Si parla di ritenzione idrica quando tale rallentamento produce la formazione di veri e propri ristagni di liquidi nelle zone predisposte all’accumulo di grassi – tipicamente gambe, fianchi, glutei.

Ma le gambe gonfie possono essere causate da patologie ben più gravi quali ad esempio, citando le più comuni:

  • insufficienza cardiaca: incapacità del cuore di assolvere al proprio compito di portare sangue a tutti gli organi, non sempre di facile individuazione in quanto la malattia è spesso asintomatica;
  • trombosi venosa: formazione di un coagulo di sangue in una o più vene localizzate in profondità, generalmente nelle gambe;
  • artrosi: è una malattia causata dall’invecchiamento delle articolazioni, in particolare quelle sottoposte a maggior carico quali ginocchia, anche e schiena.
  • vene varicose: si tratta della dilatazione permanente di una vena, che ad occhio nudo appare visibilmente alterata, nella maggior parte dei casi si verifica agli arti inferiori;

Infine, spesso le persone sovrappeso, con una circolazione più difficoltosa, soffrono di gonfiore alle gambe.

Gambe gonfie e pesanti: i sintomi

Il sintomo principale è proprio un gonfiore all’altezza degli arti inferiori. Le gambe sono edematose – avete presente quando si formano delle fossette sulla pelle? – e spesso il colore è più pallido.

A volte si abbina a prurito, sensazione di fastidio generalizzato e di pesantezza, che si manifesta soprattutto la sera.

Gambe gonfie e pesanti: i rimedi naturali

Innanzitutto sarebbe un’ottima abitudine quella di effettuare dell’attività fisica regolare: camminare per almeno mezz’ora, andare a nuotare, fare una giro in bicicletta possono essere più che sufficienti per migliorare la circolazione del sangue e quindi defaticare le gambe.

L’importante è fare qualcosa tutti i giorni: ritagliarsi un pochino di tempo per arrivare a piedi in ufficio ad esempio può essere una soluzione semplice per un problema fastidioso.

Se poi si fa un lavoro sedentario e quindi si resta seduti per molto tempo è necessario muoversi con frequenza: alzarsi, allungare bene le gambe e muoversi un po’ per riattivare la circolazione.

La terapia di Kneipp è davvero un’ottima soluzione per le gambe gonfie. Consiste nell’alternare un’immersione in acqua fredda a un’immersione in acqua calda, generalmente attraverso una camminata, meglio se su un terreno non liscio ma sassoso e irregolare, che effettua quindi un massaggio sulle piante dei piedi. Tutto questo insieme riattiva la circolazione, defatica le gambe e sgonfia molto velocemente. Se non avete modo di effettuare questo trattamento presso un centro benessere fatene una versione più semplificata a casa usando semplicemente il doccino, alternando appunto acqua caldo e acqua fredda.

Un metodo davvero della nonna consiste nel ricorrere alle patate, il cui amido assorbe i liquidi in eccesso. Quindi, tagliate tante fettine di patata e posizionatele sulle gambe, fredde da frigo, per un effetto decongestionante. Il risultato sarà di sgonfiamento. Potete anche effettuare dei pediluvi a cui avrete aggiunto del sale grosso e delle erbe rinfrescanti quali lavanda, timo, rosmarino sia fresche sia secche.

E’ possibile ricorrere a dei bendaggi. In questo vi proponiamo quelli a base di tè verde: dovete preparare un abbondante infuso con foglie di tè verde, lasciandole in infusione per almeno 2-3 ore. Dopo di che, una volta raffreddato, immergetevi dei bendaggi di cotone che andrete ad avvolgere intorno alle gambe e alle caviglie. Durante l’operazione tenete le gambe solevate, usando per esempio un cuscino. Vedrete che il sollievo arriverà velocemente.

Prendete l’abitudine di bere giornalmente degli infusi, decotti o tisane a base di: coreggiola è una pianta molto utile per la ritenzione idrica, così come fieno greco e timo, oppure menta e foglie di mirtillo, centella asiatica, finocchio e amamelide. Giusto per fare chiarezza, le tisane si preparano utilizzano sia le parti tenere (foglie e fiori) sia le parti legnose; gli infusi si preparano con le sole parti tenere mentre i decotti con le sole parti dure quali radici e cortecce.

In presenza di edema ben identificato può essere di grande sollievo il ricorso a massaggi quali il linfodrenaggio. Si tratta di un trattamento manuale effettuato con l’obiettivo di riattivare la circolazione linfatica, favorendo il deflusso dei liquidi. E’ un trattamento molto delicato, che può essere effettuato su tutto il corpo, a seconda della zona interessata.

Esistono in commercio diverse creme utili per le gambe gonfie: scegliete quelle a base di vite rossa, che favorisce il microcircolo e la circolazione venosa grazie alla presenza di bioflavonoidi e applicatele mattina e sera con un bel massaggio circolare a partire dalle caviglie a salire.

Gambe gonfie e pesanti: l’alimentazione consigliata

La prima regola è limitare il sale bianco, il quale da solo provoca ritenzione idrica e aumento della pressione sanguigna. Bisogna anche stare attenti a tutti i cibi che contengono sale in eccesso quali ad esempio gli affettati e i salumi.

Bere molto è fondamentale per migliorare la diuresi e aiutare l’espulsione delle tossine, quindi considerate di bere anche due litri d’acqua o di tisane drenanti al giorno.

Tra gli alimenti consigliati troviamo cipolla e asparagi, sia come alimento sia in forma di infuso o decotto, che sono ottimi in caso di ritenzione idrica. Potete consumare delle ottime minestre, che sono assolutamente sane e leggere.

L’uva è consigliata grazie alle sue proprietà vasocostrittive e antiossidanti: la vite rossa in particolare è utilizzata per dare sollievo alla gambe gonfie e pesanti e in generale per la sua capacità di interagire positivamente sulla salute degli arti.

Altrettanto consigliati sono kiwi, agrumi – ricchi di flavonoidi e vitamina C, ribes rosso, mirtilli – hanno un’ottima azione tonificante e protettiva sui capillari – e fragole.

Consigli contro le gambe gonfie

Visto che una causa possibile di gonfiore è il sovrappeso cercate di mantenere un peso stabile e adeguato alle vostre caratteristiche corporee, eviterete tante patologie che potranno presentarsi con l’avanzare dell’età.

Abituatevi a dormire tenendo le gambe leggermente sollevate, con l’ausilio per esempio di un cuscino. Inizialmente non vi sentirete forse molto comodima vedrete che ne avrete ottimi giovamenti.

Rispondi