domenica , giugno 25 2017
Home / Rimedi Naturali / Come sbiancare i denti in modo naturale: i metodi fai da te più efficaci
come sbiancare i denti in modo naturale - i migliori metodi fai da te
Come sbiancare i denti in modo naturale. Scopri come prevenire l'ingiallimento dei denti, cosa fare per avere denti bianchi, i metodi più efficaci per lo sbiancamento dei denti e i migliori rimedi naturali per sbiancare i denti fai da te.

Come sbiancare i denti in modo naturale: i metodi fai da te più efficaci

Inutile negare, il sorriso è come il nostro biglietto da visita: ci presenta in società, è sintomo di igiene e cura di sè e come tale va trattato con riguardo. Purtroppo ci sono diverse cose che possono rovinarlo: denti gialli e brutti, magari storti o addirittura assenti, fastidiosamente macchiati, o addirittura colorati in modo irreversibile. Come sbiancare i denti in modo naturale? In questo articolo troverete le principali cause dei denti gialli, consigli per prevenire l’ingiallimento dei denti e i metodi fai da te più efficaci per sbiancare i denti.

E’ il sogno comune di uomini e donne sfoggiare un sorriso perfetto, con denti belli, sani e soprattutto bianchi e candidi, un sorriso che cattura immediatamente. Lasciamo ai dentisti il loro lavoro su tutte le patologie che coinvolgono i denti e approfondiamo invece il problema di macchie e ingiallimento dei denti. Si tratta di un argomento molto di moda visto che in tantissimi oggi richiedono al proprio dentista i trattamenti sbiancanti, che consentono cioè di ripristinare il colore originale dello smalto.

CAUSE DELLE MACCHIE DENTALI

Innanzitutto bisogna dire che i denti possono macchiarsi principalmente per due motivi.

Da un lato la scarsa igiene orale. Denti poco curati, non lavati a sufficienza o senza la corretta attenzione infatti cominciano a coprirsi di tartaro, un deposito che si forma quando la placca batterica si indurisce sui denti. La predisposizione alla formazione di tartaro varia da persona a persona e peggiora con l’età.

Una volta che tale accumulo si è creato, e lo si nota immediatamente a causa del suo colore giallo marroncino, può essere rimosso soltanto dal dentista, quindi, come vedremo poi, bisogna agire di prevenzione.

Il secondo motivo è invece dovuto al nostro comportamento, che asseconda l’assunzione di cibi o altre sostanze che finiscono con il macchiare lo smalto dentale.

Iniziamo con i cibi che più di altri sono colpevoli di deturpare il nostro sorriso.

Il caffè in primis, la liquirizia, le bibite gassate, le caramelle gommose e il vino rosso vanno consumati con parsimonia. Tutte queste sostanze penetrano lo smalto dentale e provocano una discolorazione a lungo termine. So che per gli amanti del caffè sarà un vero choc, ma non è necessario eliminarlo totalmente. Per prevenire l’ingiallimento dei denti sarà sufficiente berlo in quantità modeste, esattamente come non bisogna esagerare con il consumo nemmeno degli altri alimenti indicati.

E poi non possiamo non citare il fumo di sigaretta che è un acerrimo nemico dei nostri denti bianchi. Tutti i fumatori incalliti hanno i denti gialli, non si scappa. E per quanto possiate lavarli e curarli sappiate che non risolverete mai davvero il problema se non accetterete l’idea di smettere di fumare.

Infine l’avanzare dell’età provoca un progressivo rovinio dello smalto dentale e un conseguente cambio di colore, che tende sempre più a ingiallire e divenire opaco.

Va comunque detto che, al di là di qualunque abitudine voi abbiate, se siete geneticamente predisposti ad avere uno smalto scuro non ci sarà nulla da fare. Per tutti gli altri invece, se non desiderate ricorrere alla mano del dentista e cercate delle alternative da fare in casa, eccovi alcuni consigli utili.

RIMEDI NATURALI PER SBIANCARE I DENTI

Iniziamo col più tipico rimedio della nonna per lo sbiancamento dei denti. Quante volte da bambini vi hanno messo in mano una foglia di salvia dicendovi di sfregarla bene sui denti? Sappiate che la salvia ha un potere sbiancante, quindi sfregata sui denti può renderli più bianchi. Inoltre, il sentore fresco della salvia vi rimarrà in bocca e sarà molto piacevole. Dimenticavo: da bambini le coglievate al campo adesso prima lavatele bene.

Saltuariamente, per sbiancare i denti spazzolateli con il bicarbonato di sodio. L’effetto sbiancante è visibile e immediato, tuttavia non bisogna esagerare con l’uso perché può rovinare lo smalto dei denti provocando un effetto opposto a quello desiderato.

Potete abbinare il bicarbonato di sodio al limone, per un effetto sbiancante migliore. In questo caso prendete una fetta di limone, metteteci sopra del bicarbonato e strofinatela bene sui denti. Dopo di ché spazzolate accuratamente con spazzolino e dentifricio. I denti diventeranno più bianchi e acquisteranno lucentezza. Questo è un trattamento sbiancante da eseguirsi non più di una volta la mese. Infatti sia il bicarbonato sia il limone – a causa della sua elevata acidità – rischiano di rovinare lo smalto dei denti. Inoltre, dopo aver effettuato il trattamento ricordatevi di non assumere bevande che possono macchiare, come quelle viste in precedenza, per almeno dodici ore, perché il trattamento rende i denti porosi e potrebbero macchiarsi ancora di più.

Per sbiancare i denti potete spazzolare i vostri denti usando il vostro spazzolino che avrete però prima premuto su una fragola spezzettata. Questa contiene un acido chiamato malico, che aiuta a ridurre le macchie e a rendere i denti più bianchi. Lo stesso acido malico si trova nelle mele. In questo caso potete sia sfregare sui denti direttamente una fetta sia mangiarlo, masticando bene, in modo che buccia e polpa entrino in contatto con i denti.

Un rimedio per sbiancare i denti funzionale nel lungo periodo consiste nello strofinare sui denti, prima di andare a dormire, della buccia di arancia. Il calcio e la vitamina C presenti nella scorza infatti aiutano a uccidere i microorganismi mentre dormite. Nel giro di un mesetto comincerete a vedere i risultati.

CONSIGLI UTILI PER PREVENIRE L’INGIALLIMENTO DEI DENTI

Prima di tutto è indispensabile curare l’igiene dei nostri denti. Questo infatti non solo consentirà di mantenerli sani e con un bel colore, ma vi allontanerà da quei fastidiosi appuntamenti dal dentista, perché preverrà tartaro, carie e tutte ciò che ne potrà conseguire.

I denti vanno lavati almeno due volte al giorno, preferibilmente con un dentifricio antitartaro al fluoro. In concomitanza utilizzate il filo interdentale e il collutorio che garantiscono un’igiene accurata. Scegliete un collutorio a base di perossido di idrogeno, che è molto utile per sbiancare i denti. Si usa per fare dei gargarismi. Tuttavia, non dovete esagerate nell’uso, perché il perossido di idrogeno rischia di rovinare le gengive e rendere i denti sensibili. Se siete soliti mangiare fuori a pranzo portatevi in borsa spazzolino e dentifricio e lavate i denti subito dopo il pasto. Così eliminerete ogni residuo del cibo e avrete un alito fresco per il resto della giornata. Scommetto che anche i vostri colleghi ne saranno contenti.

Se consumate alcuni degli alimenti o bevande incriminati assicuratevi subito dopo di passare lo spazzolino con cura su tutti i denti, magari usando un dentifricio sbiancate. Ne esistono diversi in commercio, che non sono la panacea ma sicuramente aiutano.

Per il fumo invece non esiste nessun buon rimedio, quindi questo è solo uno dei tanti motivi che devono indurvi a decidere di smettere di fumare: la salute del vostro sorriso, tra le altre cose, vi ripagherà del vostro sacrificio.

Voi quale metodo naturale per sbiancare i denti utilizzate?

Rispondi