domenica , ottobre 22 2017
Home / Rimedi Naturali / Mal di gola: cause, rimedi naturali, cosa fare e consigli utili
Mal di gola forte - rimedi naturali veloci contro il bruciore di gola
Mal di gola: cause e rimedi naturali. Scopri quali sono le cause del mal di gola forte, cosa fare, cosa mangiare, come curare velocemente il mal di gola e i migliori rimedi naturali contro il bruciore di gola.

Mal di gola: cause, rimedi naturali, cosa fare e consigli utili

Cosa c’è di più fastidioso del mal di gola? Quando diventa insopportabile e si comincia a rimpinzarsi di caramelle balsamiche nel vano tentativo di affievolire i sintomi significa che bisogna correre ai ripari e curarsi.

Ma di che cosa si tratta e cosa possiamo fare per starne alla larga?

Mal di gola: le cause

Il mal di gola è un’infiammazione che provoca rossore e bruciore alle pareti della gola e alla faringe, prendendo appunto il nome di faringite. Tuttavia la stessa può aggravarsi coinvolgendo le tonsille, il naso e le prime vie aeree trasformandosi in tonsillite, rinofaringite o laringite.

Essendo un male tipicamente invernale si associa generalmente a un colpo di freddo, o a una situazione di abbassamento delle difese immunitarie, come durante un raffreddore.

Generalmente è di origine virale, primariamente diffuso per contagio da persone che ne accusano i sintomi e che infettano non solo l’aria che li circonda ma anche gli oggetti che toccano; ma può raramente essere di origine batterica.

Può svilupparsi come conseguenza della permanenza in ambienti dall’aria troppo asciutta, oppure può anche essere l’esito di un uso intenso e prolungato della voce.

Mal di gola: i sintomi

Il primo sintomo – lo dice la parola stessa – è proprio il fastidio percepito alle pareti della gola, e così anche deglutire diventa uno strazio.

Talvolta, laddove l’infezione sia più sviluppata, il mal di gola può essere a sua volta sintomo di qualcosa di più grave ed essere accompagnato da placche bianche all’altezza delle tonsille e febbre alta.

In questo caso potrebbe essere indispensabile una cura antibiotica, posto che se l’infezione continua a presentarsi è fondamentale agire di prevenzione.

Nella maggior parte dei casi bastano pochi e semplici consigli per mettere il mal di gola ko.

Come prevenire il mal di gola?

Può sembrare un discorso strano, ma l’alimentazione è la prima cosa da curare se si vogliono evitare i mali di stagione, mal di gola compreso. Controllate sempre che sulla vostra tavola ci siano abbondanti porzioni di frutta e verdura di stagione – le fragole a dicembre per quante esotiche contengono pochissime vitamine rispetto alle loro sorelle primaverili, toglietevi lo sfizio ma sappiate che non sostituiscono una porzione di frutta fresca. Limitate invece il consumo di grassi e proteine animali, facilmente sostituibili da quelle di origine vegetale contenute nei legumi, e di zuccheri. Il vostro organismo vi ringrazierà.

Curate l’igiene, lavandovi spesso le mani e cambiando l’aria negli ambienti chiusi che condividete con altri, tanto più se percepite che qualcuno non è proprio in salute. Assicuratevi di tenere un buon livello di umidità specialmente in camera da letto, eventualmente acquistando un umidificatore, e di non esagerare con il riscaldamento. Nei paesi dell’Europa del Nord esiste addirittura l’usanza di dormire con le finestre leggermente aperte anche in inverno, per assicurare un continuo e benefico ricambio d’aria. Non so se ci siano dei coraggiosi che vogliono provare, l’importante è avere un bel piumone caldo sotto cui ripararsi e la mattina vi alzerete più riposati e rinvigoriti.

Mal di gola: i rimedi naturali

Il mal di gola colpisce anche i migliori, questo è certo, perciò non abbattetevi se nonostante tutto lo avete preso.

Evitate gli sbalzi di temperatura continua, quindi in ufficio non spostate la vostra scrivania sopra al calorifero pensando di fare bene. Una temperatura adeguata, un ricambio d’aria e un abbigliamento adatto vanno benissimo.

Provate con la fitoterapia, in particolare i rimedi consigliati sono:

  • il ribes nigrum 1 DH Gemme, 50 gocce al giorno; ha riconosciute proprietà antinfiammatorie;
  • l’eucalyptus globulus OE 2 gocce due volte al giorno: ha proprietà battericide, e generalmente è utilizzato per le infezioni all’apparato respiratorio;
  • il citrus limonum OE due gocce due volte al giorno: l’olio essenziale ha la capacità di riattivare le difese dell’organismo e di combattere i batteri. Per questo è consigliato nella prevenzione e cura delle malattie infettive.

Rimedi della nonna contro il mal di gola:

  • aceto di mele: mescolate 2 cucchiai di aceto di mele in un normale bicchiere d’acqua tiepida e fate dei gargarismi più volte nel corso della giornata;
  • limone: il succo di limone con aggiunta di un cucchiaino di miele crea una miscela che sorseggiata più volte al giorno allontana i fastidiosi bruciori del mal di gola. In questo caso la miscela si beve fredda, ma esiste una variante più calda: scaldare sul fuoco una tazza d’acqua, aggiungere il succo di mezzo limone e usare il miele per dolcificare. L’acqua e limone va bevuta ogni quattro ore;
  • liquirizia: masticata per qualche istante avrebbe effetti miracolosi contro il mal di gola;
  • latte caldo con il miele: è uno dei più antichi rimedi naturali per il mal di gola. Basta scaldare un bicchiere di latte e addolcire con un cucchiaio di miele.

Altri rimedi naturali per il mal di gola

Bach propone un rimedio interessante attraverso i suoi fiori, che sono in grado di curare i disturbi di natura psicosomatica che spesso si nascondono proprio dietro a malanni fisici.

Per spiegare meglio, il mal di gola è generalmente collegato a carenze nella comunicazione, a problemi nel farsi sentire, nel manifestare la propria opinione spontaneamente.

In questo caso i fiori sono senza dubbio due e appartengono entrambi al gruppo di chi risente eccessivamente delle influenze altrui:

  • l’ agrimony, la maschera, adatto a tutti coloro i quali nascondono il proprio stato d’animo, mostrandosi felici e sorridenti anche se non lo sono.
  • il centaury, l’incapacità di dire di no, il dimostrarsi servile  senza riuscire a esprimere le proprie opinioni ed esigenze.

Questa accoppiata di fiori vi aiuterà a riaffermare voi stessi, a sentirvi a vostro agio nell’esprimervi di fronte agli altri, integrandovi pur mantenendo la vostra identità. Un’erboristeria specializzata potrà preparavi il bouquet, da prendere 4 volte al giorno, 4 gocce sotto la lingua.

La medicina cinese interpreta il mal di gola come un blocco a livello del quinto chackra. Vishudda è il centro della capacità umana di esprimersi, comunicare ed ispirarsi. Rappresenta la creatività intesa in senso sottile, il rapporto con i nostri sentimenti. É lo scambio, il dare per ricevere. Una delle finalità del quinto Chakra è quella di consentirci un certo spazio interiore, che ci permetta di riflettere sui nostri pensieri e comportamenti. Quando sviluppiamo il Chakra della gola, i nostri pensieri non saranno più dominati dalle emozioni o dalle sensazioni fisiche, il che rende quindi possibile una conoscenza oggettiva di sé e del mondo che ci circonda. Le parti del corpo umano connesse al quinto Chakra sono tra le altre tiroide, collo, gola, bronchi, esofago. Le patologie fisiche ad esso correlate fanno quindi riferimento alle malattie organiche o funzionali relative agli organi che governa.

Si può sbloccare il quinto chakra affidandosi a un terapeuta esperto che pratichi sedute di cromoterapia direttamente sul chakra, o di riflessologia plantare. Nel primo caso si utilizza una fonte di luce blu, da posizionare direttamente sulla zona per ricaricarla di energia, nel secondo caso invece si lavora sui punti riflessi del piede, per riarmonizzare l’energia che scorre nell’organismo. Sono terapie che richiedono tempo e costanza, ma i risultati permarranno nel tempo.

Mal di gola: alimentazione (cosa mangiare e cibi da evitare)

Abbiamo già accennato all’importanza di mangiare fibre, frutta e verdura di stagione. Nello specifico possono essere d’aiuto:

  • aglio e cipolla, che non sono particolarmente gradevoli e per questo forse è meglio consumarli cotti all’interno di minestre e passati;
  • limone che come visto può essere preso sia come olio essenziale sia consumato fresco nei cibi oppure bere acqua e limone;
  • timo, prezioso negli stati di debolezza, in particolare durante le malattie a carattere infettivo. E’ infatti un ottimo attivatore delle difese organiche;
  • salvia, efficace in caso di infezioni, può essere consumata come infuso o decotto;
  • fico, ha proprietà antinfiammatorie e sedative.

Consigli utili contro il mal di gola

Non dimentichiamoci dei rimedi della nonna. Il miele è un potente antinfiammatorio naturale. Una tazza di tisana calda con un bel cucchiaio di miele potranno alleviare immediatamente i sintomi più fastidiosi.

Se poi riusciamo a dimenticarci del sapore non esattamente gradevole potremmo assumere della propoli spray, che agisce proprio sulla parte infiammata.

Infine il riposo è quello che ci vuole, approfittatene per farvi coccolare dalla vostra dolce metà e godetevi qualche giorno di meritato riposo.

Rispondi