domenica , giugno 25 2017
Home / Alimentazione / Zenzero: proprietà, benefici, utilizzo e controindicazioni
zenzero - proprietà benefici e controindicazioni
Zenzero - proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà dello zenzero, i benefici per la salute, come si usa, le ricette per per utilizzarlo in cucina o come rimedio naturale, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Zenzero: proprietà, benefici, utilizzo e controindicazioni

Lo zenzero è una spezia che è recentemente entrata nelle nostre cucine per le sue proprietà benefiche e per la sua versatilità, è inserita nella preparazione delle ricette più svariate.

Le sue proprietà medicinali erano già note fin dall’antichità e per questo motivo, era utilizzato come rimedio erboristico ad alcune affezioni, mentre in cucina era inserito come condimento di salse, nei piatti a base di carne, nelle bevande e nella preparazioni dei dolci.

Per poterlo utilizzare al meglio, bisogna prima conoscere bene questa preziosa spezia e, perciò, vediamo insieme le sue origini, le proprietà e i benefici per la salute.

Zenzero: caratteristiche generali

Dal caratteristico sapore aspro e leggermente piccante, lo zenzero ricorda il sapore del limone.

Si tratta di una pianta erbacea che arriva dall’Estremo Oriente, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae e la sua coltivazione è diffusa nei paesi con una temperatura molto calda, come il Brasile, il Messico, la Thailandia, il Perù, l’Africa e l’Indonesia.

Di questa pianta perenne, si utilizzano le radici, sia essiccate che fresche e anche ridotte in polvere e la sua forma è irregolare e bitorzoluta e con la polpa bianca e soda.

Dalle radici partono i fusti, che possono raggiungere anche il metro e mezzo di lunghezza.

Lo zenzero è una spezia impiegata da secoli nelle pratiche ayurvediche orientali e oggi viene utilizzato in campo medico nella cura di vari disturbi.

Vediamo, allora, tutte le proprietà possedute dallo zenzero e i benefici che da esso si possono trarre.

Proprietà e benefici dello zenzero

Proprietà dimagranti: è provato che lo zenzero sia un brucia grassi, poiché ha un effetto termogenico. Molto utile per chi vuole perdere peso, può essere inserito, quindi in una tisana mattutina o per condire l’insalata fresca.

Proprietà digestive: lo zenzero aiuta a digerire meglio e combatte il meteorismo, aiutando l’intestino a depurarsi. Coloro che soffrono di gastrite e di problemi digestivi e in special modo di diarrea, possono prepararsi ogni giorno una bevanda fresca da consumare direttamente a tavola.

Proprietà antisettiche: le sue proprietà aiutano a sanare le infezioni dell’herpes, piccole ferite e ustioni.

Proprietà antiossidanti: considerata un antitumorale, questa spezia previene il tumore del colon retto. E’ risaputo che usare le spezie al posto del sale è benefico per la salute, prevenendo malattie degenerative come cardiopatie, ipertensione, ictus e infarto. A maggior ragione, essendo anche uno stimolante per la circolazione, lo zenzero è una radice da tenere molto in considerazione.

Proprietà afrodisiache: l’uso, senza eccedere, della radice di zenzero, migliora le prestazioni sessuali e accende il desiderio. La quantità di potassio dà l’energia giusta.

Proprietà antidolorifiche: sono attribuite allo zenzero le capacità di combattere contro mal di denti e mal di testa ed è sufficiente preparare un decotto e inzupparci un panno con cui si possono fare degli impacchi alla parte colpita.

Numerosi studi hanno dimostrato le capacità dello zenzero di combattere contro nausea gravidica, quella causata dalla chemioterapia e quella dovuta al mal d’auto.

Calorie e valori nutrizionali dello zenzero

Nella tabella che vi proponiamo qui di seguito, sono evidenziati i valori nutrizionali e le calorie della radice di zenzero, che possono aiutarvi a capire meglio la composizione di questa spezia.

La quantità indicata si riferisce a 100 grammi di prodotto.

  • Calorie 80
  • Grassi 0,8 g
  • Acidi grassi saturi 0,2 g
  • Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
  • Acidi grassi monoinsaturi 0,2 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Sodio 13 mg
  • Potassio 415 mg
  • Carboidrati 18 g
  • Fibra alimentare 2 g
  • Zucchero 1,7 g
  • Proteina 1,8 g
  • Vitamina C 5 mg
  • Calcio 16 mg
  • Ferro 0,6 mg
  • Vitamina B6 0,2 mg
  • Magnesio 43 mg

Come utilizzare lo zenzero

Possiamo trovare facilmente lo zenzero, non solo in erboristeria, ma anche in tutti i banchi del supermercato. Tenerlo in cucina assieme alle altre spezie è molto utile, perché ci permette di creare sempre nuove ricette.

Considerati i suoi effetti benefici, lo possiamo utilizzare nella preparazione di tisane, per alleviare disturbi di vario tipo e come impacco per combattere dolori alle articolazioni, causate dalla stagione fredda.

Lo zenzero è una spezia calda, stimolante del metabolismo che diventa pigro specie durante il periodo della menopausa, inoltre, ha capacità depurative che aiutano ad eliminare le tossine accumulate nell’organismo, con lo stress.

Una tisana mattutina allo zenzero, può aiutare a dimagrire, stimolando il metabolismo e allo stesso tempo aiuta l’organismo a disintossicarsi.

La tisana che vi proponiamo, è ideale da bere a digiuno al mattino, prima della colazione; la vitamina C contenuta nel succo d’arancia, insieme al miele, dà l’energia di cui necessita l’organismo, per iniziare bene la giornata, la menta contribuisce alla diuresi, utile per chi ha problemi di ritenzione idrica, quindi assieme allo zenzero aiuta la perdita di peso.

Tisana dimagrante e depurativa

Ecco gli ingredienti occorrenti:

  • 1 tazza d’acqua
  • il succo di mezza arancia rossa
  • 5 fette di zenzero
  • 2 foglie di menta
  • 1 cucchiaino di miele

Procedimento:

Portate ad ebollizione l’acqua, aggiungetevi le fette di zenzero e le foglie di menta, lasciando ancora sulla fiamma, per qualche istante.

Spegnete e lasciate in infusione per 10 minuti e intanto in una tazza spremete il succo di mezza arancia e aggiungete anche il cucchiaino di miele.

Versate la tisana nella tazza, filtrandola con un colino e mescolate bene tutti gli ingredienti.

Potete bere la tisana ben calda in inverno, ma anche fresca in estate, a giorni alterni; negli altri giorni, potete sostituire questa tisana con delle spremute d’arancia e limone.

Per l’utilizzo dello zenzero in cucina, desideriamo proporvi una ricetta fresca, adatta a voi che tenete alla linea o meglio ancora se state cercando di perdere peso. Il procedimento è molto semplice e occorrono pochi ingredienti.

Filetto di salmone al pepe rosa con zenzero e lime

Lo zenzero conferisce al piatto quella nota acre che si equilibra bene con la dolcezza del salmone, rendendolo molto fresco ed estivo. Potete accompagnare il salmone con insalata fresca di rucola e carote.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr di salmone fresco
  • 2 mazzetti di rucola fresca
  • 2 carote
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • aceto rosso q.b.
  • sale q.b.
  • pepe rosa q.b.
  • 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato
  • il succo di 1 lime

Procedimento:

In una ciotola, preparate una marinatura con 3 cucchiai d’olio evo, poco sale, 1 cucchiaino di zenzero grattugiato, il succo di 1 lime e mescolate energicamente.

Sciacquate il salmone e tamponatelo con della carta assorbente, quindi cuocetelo in una piastra rovente da ambo i lati, per circa 7 minuti, girandolo una sola volta.

Intanto, lavate la rucola, scolatela, sminuzzatela e tagliate le carote alla julienne, sistemando le verdure separatamente.

Componete il piatto e disponete al centro il salmone cotto, spolverandolo con poco sale e il pepe rosa.

Aggiungete a corona del salmone, la rucola, sbagnandola con l’aceto.

Distribuite sul salmone e sull’insalata tutta l’emulsione preparata precedentemente, quindi aggiungete sopra al pesce le carote alla julienne e completate il piatto con altro zenzero.

Durante la stagione più fredda, capita un po’ a tutti di soffrire di dolori alle articolazioni e per alleviarli, si possono fare degli impacchi con lo zenzero e i risultati si ottengono nel giro di poco tempo. Vi proponiamo allora come preparare questo impacco e come procedere.

Impacco antidolorifico allo zenzero

Portate ad ebollizione dell’acqua in una pentola che mantenga la temperatura e nel frattempo, in una ciotola, grattugiate lo zenzero, utilizzando i fori grossi di una grattugia, quindi versatelo su un telo e chiudetelo con uno spago, in modo che lo zenzero non possa fuoriuscire.

Quando l’acqua avrà bollito, spegnete la fiamma e immergete il sacchetto con lo zenzero; vedrete che l’acqua inizierà a colorarsi di un colore giallo e a profumare.

Utilizzate l’acqua per immergerci dei panni puliti, strizzateli e poggiateli sulla parte del corpo dolente.

Ripetete quest’ operazione molte volte, facendo attenzione a non scottarvi. Potete rifare l’impacco più volte alla settimana. Non buttate via l’acqua allo zenzero, ma utilizzatela per un pediluvio serale.

Controindicazioni ed effetti collaterali dello zenzero

In tutti i casi in cui vogliate utilizzare a scopi terapeutici ingredienti nuovi, vi consigliamo di consultare il medico che conosce bene la vostra situazione medica e che perciò potrà meglio consigliarvi.

Devono essere molto prudenti allo zenzero i soggetti allergici, le donne in gravidanza e coloro che soffrono di malattie croniche.

Qualora abbiate assunto lo zenzero e notate del rossore alla pelle, dovete mettervi in allarme e, quindi, sospenderlo subito.

Come qualsiasi alimento o farmaco, non bisogna mai abusarne e seguire le dosi consigliate, perché eccedendo non vi farà certamente arrivare prima all’obiettivo.

Se si fa un uso spropositato di zenzero, il gingerolo in esso contenuto, può provocare acidità di stomaco.

Se seguite delle cure mediche e prendete farmaci come antinfiammatori, anticoagulanti e ipotensivi, evitate di usare lo zenzero.

Rispondi